Pubblicati da vet-ocu-admin

Come comportarsi dopo un intervento chirurgico

Nel cane e nel gatto dopo qualsiasi chirurgia oculare è assolutamente necessario mettere un collare elisabettiano e non toglierlo mai durante tutto il periodo consigliato dal chirurgo. E’ infatti normale che un animale appena operato abbia lo stimolo a grattarsi l’occhio, specialmente dopo la somministrazione di colliri o pomate. Il collare elisabettiano impedisce all’animale di […]

Quando devo portare il mio animale a fare una visita oculistica? Ecco quando…

I sintomi per i quali è consigliabile portare il vostro animale dal veterinario sono: abbondanti secrezioni dall’occhio palpebre socchiuse o addirittura strizzate superficie dell’occhio non lucida e trasparente, ma opaca (biancastra, grigia, celeste, marrone scuro, rossa) calo della capacità visiva Tanto più precocemente sarà effettuata la visita, tanto più facilmente si potrà effettuare una cura […]

Con cosa pulire palpebre e muso

Un occhio malato produce una grande quantità di lacrime e di secrezioni che si appiccicano sui peli del muso creando un ambiente favorevole allo sviluppo di germi. Inoltre possono comparire arrossamenti e piaghe della pelle, con disagio per l’animale e conseguenti autotraumatismi, mettendo ulteriormente in pericolo l’occhio stesso. E’ quindi consigliabile cercare di tagliare delicatamente […]

Colliri in frigorifero?

Una volta aperti la maggior parte dei colliri deve essere conservata in frigo. Conviene sempre comunque leggere le istruzioni.

Quante volte al giorno medicare

L’occhio è costantemente bagnato dalle lacrime che vengono poi drenate attraverso i dotti lacrimali. Per questo motivo bisogna somministrare i colliri molto frequentemente: nei casi lievi almeno quattro volte al giorno, nei casi gravi o dopo un intervento, anche sei o sette. Le pomate permangono un po’ di più e possono essere somministrate un po’ […]

Quante gocce di collirio applicare

Nei cani e nei gatti bastano una o due gocce, se ne diamo di più il farmaco verrà riversato sulla pelle e, se si tratta di una terapia protratta o di un animale sensibile, potrà dare irritazione. Nei cavalli è consigliabile somministrare tre o quattro gocce.

Come somministrare il collirio o la pomata oftalmica

Nella maggior parte dei casi, sia nei cani che nei gatti, per somministrare un farmaco dentro l’occhio bisogna essere in due. Una persona tiene l’animale ponendosi alle sue spalle in modo che non possa indietreggiare e sorregge la testa inclinandola con il naso verso l’alto. L’altra persona appoggia sulla fronte del paziente la porzione laterale […]

Lussazione della lente

La lussazione della lente si verifica quando i suoi legamenti si rompono, la lente perde stabilità, si stacca e va a posizionarsi in camera anteriore o nel vitreo. Nel cane è una patologia che può essere primitiva, su base ereditaria (Volpino italiano, Terriers, Lagotto) o secondaria a cataratta ipermatura (Epagneul Breton, Miniature Pinscher), glaucoma cronico […]